Blog - Corporate finance

Gestione tesoreria: 5 regole per proteggersi dal rischio finanziario

Per imprenditori, manager e amministratori che si occupano di Gestione della Tesoreria in azienda, c’è qualcosa che inquieta di più del rischio finanziario? Forse solo il fatto di passare dal rischio ai suoi effetti concreti, sui conti di cassa e sul bilancio d’impresa.

La gestione del rischio finanziario è una priorità per ogni azienda, ancora di più in tempi come questi, caratterizzati da condizioni economiche tumultuose e instabilità dello scenario in cui si opera.

Sono tante le variabili che possono avere conseguenze dirette, e dolorose, sui risultati di cassa, come il rischio di credito, cambio e valuta, tasso di interesse, fornitura delle merci, controparte in affari, liquidità e rischio di mercato.

Spesso, proprio il rischio di mercato risulta il più difficile da misurare, seguito da controparte e rischio merceologico. Mentre le possibili variazioni legate al tasso di interesse sono considerate le più facili da quantificare.


Le iniziative per una Gestione della Tesoreria efficace

Per mettersi al riparo dai pericoli è necessaria una strategia che affronti (e risolva) ogni punto debole, ogni aspetto critico. Tra i diversi fattori da considerare, si possono indicare in particolare 5 regole per proteggersi dal rischio finanziario, che possono rappresentare un riferimento e un percorso da seguire.


1. Rischio finanziario e gestione della tesoreria

Il primo passo è quello di identificare le aree e le attività che espongono l’azienda a rischio potenziale, perché senza una solida conoscenza di questi fattori è difficile definire e poi seguire strategie e soluzioni efficaci. Solo una volta che si ha un quadro preciso sull’entità dell’esposizione al rischio, si può passare alle misure e iniziative per gestirlo.

2. Attenzione in real time al rischio di mercato

Proprio perché il rischio di mercato, con le sue variabili mutevoli, è spesso difficile da quantificare, è ancora più importante monitorarne l’esposizione aziendale in tempo reale. Un’attività importante che molte aziende non fanno, dato che in molti casi compiono questa analisi solo in retrospettiva.


3. I partner e la gestione della tesoreria

Il rischio di controparte è un altro dei più difficili da misurare. Per verificare la vitalità di un potenziale partner commerciale, e valutare bene la propria controparte in affari, si possono considerare diversi parametri, come il Rating di credito commerciale, la struttura patrimoniale, il rischio Paese o Regione, quello del settore di attività, e gli Spread dei Credit default swap (Cds).


4. La gestione della tesoreria e gli errori umani

A causa dell’elevato volume di transazioni finanziarie di cui si occupa normalmente un Team di gestione della tesoreria aziendale, si possono verificare anche imprecisioni ed errori. È quindi fondamentale disporre di una soluzione integrata che evita l’inserimento manuale dei dati e un processo per scoprire gli errori, correggere le informazioni sbagliate o non aggiornate, e rimuovere dal sistema eventuali dati non corretti.


5. Il sistema di gestione della tesoreria 

La tecnologia svolge un ruolo importante nella gestione e nella mitigazione del rischio operativo della tesoreria. I vantaggi di un sistema di gestione della tesoreria dedicato sono molteplici: in primo luogo, ogni tipo di rischio richiede una diversa tecnica di mitigazione, ma, qualunque sia il rischio, ottenere visibilità e controllo sulle esposizioni dell’azienda è un primo passo cruciale. Un sistema di gestione della tesoreria può fornire una visione centralizzata a livello di gruppo di tutte le posizioni in essere, le scadenze e i rischi. Può fornire al management le informazioni giuste al momento giusto per prendere le decisioni appropriate.

Il giusto strumento di gestione della tesoreria

Purtroppo, molte tesorerie aziendali continuano ad affidarsi ai fogli di calcolo, anche se la maggior parte degli utenti concorda sul fatto che l’utilizzo dei fogli di calcolo comporta un rischio significativo di errori nei dati finanziari dell’azienda. Dalle formule non corrette all’inserimento impreciso dei dati, l’uso di questo tipo di tecnologia nella tesoreria può portare a diversi errori. Un sistema di gestione della tesoreria riduce i rischi di errori e di dati non corretti. Inoltre, è uno strumento molto potente e importante per l’applicazione dei processi di mitigazione del rischio concordati. Può essere configurato in modo tale da supportare i processi concordati di Treasury, Order-to-Cash e Purchase-to-Pay. In modo da rendere ogni attività di tesoreria monitorata, veloce ed efficiente.

ARTICOLI CORRELATI

    5 Agosto 2020 - Letto da: 10 persone

    Pagamenti SEPA: come hanno cambiato il mercato

    LEGGI DI PIÙ

    29 Luglio 2020 - Letto da: 10 persone

    Gestione del rischio finanziario: proteggiti con DocFinance

    LEGGI DI PIÙ

    22 Luglio 2020 - Letto da: 13 persone

    Software tesoreria: risparmia tempo con DocFinance, il caso Sapio

    LEGGI DI PIÙ